foto Effigie

 

I PIEDIPIATTI DI SEP┘LVEDA FRA MILANO E LA TERRA DEL FUOCO

(pubblicato su CaffeEuropa)

 

"Essere mapuche in questo paese di merda Ŕ brutto quasi com’essere negro in Alabama".

Potrebbe essere questo l’incipit dell’ultimo breve lavoro di Luis Sep¨lveda, uscito presso Guanda, l’editore che piu’ d’ogni altro ha colto successi di vendite, scommettendo fin dall’inizio sull’autore di "Un nome da Torero".

"Jacare’’" Ŕ il settimo titolo pubblicato da Guanda ed anche il primo dei due racconti che con "Hot Line", brevissimo thriller che si dipana nella notte di Santiago, compone il nuovo libro.

Sono i "piedipiatti" questa volta i protagonisti dei due racconti di Lucho – nome usato dallo scrittore durante la militanza sandinista -. Piedipiatti lontani fra loro migliaia di chilometri ma uniti da una comune voglia di rivoltare la spazzatura umana che sembra albergare nelle grandi citta’, si chiamino esse Milano o Santiago del Cile.

E se nel racconto iniziale si trovano i temi cari alla militanza ecologista dello scrittore – lo jacare’ che da’ il titolo al racconto altro non Ŕ che un piccolo caimano protetto del Sudamerica - nel breve "Hot Line", apparso gia’ a puntate sul Corriere della Sera nel corso del "98. lo scrittore torna alle ambientazioni a lui piu’ consone: la Patagonia con la sua asprezza presente nel sangue indio dell’ispettore George Washington CaucÓman e Santiago, piaga aperta nel cuore allendista dello scrittore, esule dal suo paese per anni.

Fra l’ironia inconsapevolmente amara dei suoi personaggi ("Reggiti forte perche’ non ti ho ancora detto il peggio: per colpa del ritorno della democrazia la direzione Ŕ tutta impegnata a rappezzare l’immagine del corpo.") e il volto di un paese in precario equilibrio fra chi cerca di dimenticare le ferite subite e chi invece non si rassegna al fatto che il tempo della dittatura sia ormai inevitabilmente relegato alla storia, Sep¨lveda sembra donare, infine, ai suoi lettori uno spicchio di speranza forse nutrito anche dalle recenti evoluzioni inglesi dell’affaire Pinochet:

" Immagino che all’improvviso si alzera’ un forte vento dal Pacifico che si porterÓ via la nube di smog e che scendendo trover˛ la cittÓ che ho perso nel 1973."

 


 Segui Gilgamesh in Rete
 
 

Intervista a Luýs Sep¨lveda
Quale Ŕ il senso della scrittura per Sep¨lveda ? )

Lo scrittore e l'ambiente
L’impegno ambientalista in questo testo dell’autore a difesa del "Mare Nostrum". (spa)

"Hot Line" di L. Sep¨lveda
Versione integrale del racconto breve inserito in "Jacare’". (spa)

Escritores.cl
Alcune pagine dedicate all’autore di "Patagonia Express" da questo sito letterario cileno.(spa)

Chile: un paÝs, dos lenguajes
Da un articolo di El Pais , il ricordo del golpe cileno nelle parole dello scrittore.(spa)

Pinochet: el gran travestido
Contro la dittatura. Ancora una testimonianza dall’autore di "Storia d’amore in un paese in guerra"
sulla tragedia di un paese.(spa)

Scheda biografica di L. Sep¨lveda
Chi Ŕ Luis Sep¨lveda ? Alcune dati biografici e tutti i suoi libri.(ita)

Luis Sep˙lveda – lateral
Lateral rivista culturale spagnola intervista lo scrittore cileno. (spa)

Intervista
Impegno politico e sociale le due parole d’ordine dell’autore cileno in questa intervista di Chaos. (ita)

La Gabbianella e il Gatto - Una Poesia con le Ali
Dalla favola di carta al cinema. Un successo doppio dell’autore di "Un nome da Torero".(ita)
 


vi Ŕ piaciuto questo articolo?

scriveteci le vostre impressioni a

liketoread@gilgamesh.it

 

liketoread

Home