Pro Loco "Tiriolo-Due Mari"

 

Associazioni

Bacheca

 

 

 

Antares

Associazioni

 

 

Diavoli Rossi

Articolo di Mariangela Paone tratto da "il Domani" di Sabato 3 Luglio 1999

 

I "Diavoli rossi" operano dal 1982 e ora sono una delle realtà meglio organizzate e più efficienti dell'intero circondario

Tiriolo, il volontariato è di casa

 

Fra gli interventi del gruppo anche i soccorsi agli alluvionati di Crotone nel '96

TIRIOLO - Impavidi e tempestivi nell'intervento, decisi e fermamente motivati nelle intenzioni: con l'arrivo della bella stagione si intensificano le attività dei "Diavoli rossi". Dopo la conclusione, nelle corse settimane, dell'ennesimo corso di arruolamento superato con successo da 25 dei 27 iscritti prosegue senza sosta l'azione del gruppo di volontari antincendio e protezione civile, che da oltre diciassette anni opera nella zona Reventino Mancuiso Tiriolo.

L'ultimo intervento risalente a qualche giorno fa, quando i volontari sono stati impegnati nello spegnimento di un incendio nei pressi della stazione di Marcellinara, arriva a monte di una intensa azione che nel solo nel '98 ha fatto registrare 114 operazioni.

Costituitosi nell'82, quando oltre ad un ristretto gruppo di aderenti doveva far fronte all'estrema esiguità dei mezzi a disposizione, l'associazione dei "Diavoli Rossi", è ora una delle realtà meglio organizzate e più efficienti, non solo nell'ambito del comune di appartenenza, ma anche all'interno dell'intero circondario.

Per questo anche il Comune di Tiriolo ha voluto contribuire all'attività svolta da questi volontari: il 3 novembre del '98 è stato stipulato un accordo con il quale l'ente si impegna versare ai "Diavoli Rossi' un contributo di cinque milioni l'anno. Non è certo una grande cifra, ma almeno sembra essere l'inizio di un rapporto di collaborazione tra il mondo del volontariato e delle istituzioni.

Nel tempo, riconosciuta e apprezzata dalle organizzazioni di settore e dalle autorità competenti l'attività di protezione civile dei "Diavoli Rossi" si è ampliata, fino a costituire negli ultimi anni, un punto di forza specie nelle zone dell'entroterra dove una migliore conoscenza del territorio permette ai volontari di intervenire meglio e tempestivamente non soltanto nell'attività di antincendio boschivo e delle campagne, ma anche in quelle di soccorso in diversi casi di emergenza. dalle alluvioni alle grandi nevicate. Prima associazione di questo genere in Calabria, i Diavoli Rossi, che oggi contano oltre cinquanta soci attivi, compresi i "diavoletti" (i volontari minorenni) si sono immediatamente attivati nel '96 durante l'alluvione di Crotone e nel '98 per l'allestimento delle tendopoli a Badoato marina e Botricello, in seguito allo sbarco dei profughi curdi.

Proprio a sottolineare le capacità operative di un gruppo ormai ben consolidato, la prefettura ha richiesto il loro intervento presso il Capi, il centro di raccolta istituito per l'emergenza dei profughi Kosovari.

E al gruppo dei Diavoli rossi verrà affidato il coordinamento del Com, il Comitato Operativo Misto, che, voluto e coordinato dal Prefetto, avrà sede a Tiriolo e dovrà rispondere alle esigenze dei numerosi paesi del circondario.

Un importantissimo riconoscimento ad un gruppo che costituisce un valido punto di riferimento, sia per i giovani aderenti, sia per l'intera popolazione, più volte stimolata dalle numerose attività di sensibilizzazione svolte negli anni dall'associazione.

Una realtà del tutto particolare per una regione, che con i suoi 3200 operatori volontari distribuiti in 48 associazioni, è ancora poco abituata alla cultura dell'associazionismo nel volontariato, inconsapevole del fatto che, come felicemente sottolinea Domenico Rocca, uno dei fondatori del gruppo nonché uno dei coordinatori insieme al presidente Domenico Guzzo, "il volontario non è un 'rambo', ma un cittadino che ha assunto se non la responsabilità, la serietà del vivere sociale"

Emergenza Incendi

C' un bosco da salvare

Guida pratica all'emergenza sul territorio comunale

  Associazioni

 

 

 

Croce Rossa Italiana

Associazioni

 

 

 

L'Obiettivo

Un sano spirito goliardico ed una inesauribile vena creativa, rappresentano la forza motrice dei componenti l'Associazione Videofotografica "L'Obiettivo", i quali indipendentemente dal livello base o professionale della loro preparazione, condividono una grande passione per le arti visive in generale e, più in particolare per la fotografia.

Le attività organizzate in poco più di due anni sono già molte, ed ognuna ha rappresentato tanto un'opportunità di confronto e di scambio culturale, quanto un'occasione di crescita individuale, mirando sostanzialmente a diffondere la fotografia affinché sempre più persone possono incontrare e conoscere questo eccezionale mezzo espressivo e di comunicazione.

Particolare attenzione viene dedicata a tutte le attività didattiche che, seppur in misura diversa, consentono di avvicinare e conoscere tematiche fotografiche e di approfondire settori specifici. Ed allora i corsi di fotografia strutturati a vari livelli, sia per sviluppare le capacità tecniche, sia per fornire gli strumenti educativi per una maggiore conoscenza del linguaggio fotografico.

Si segnala infine la massima apertura e disponibilità dell'Associazione, ad instaurare un rapporto di collaborazione con Circoli, Club, ed Associazioni, di altre Regioni, al fine di favorire un continuo scambio di esperienze ed un costruttivo confronto a livello Nazionale.

 Indirizzo: Via A. Grandi, 40 - 88056 Tiriolo (CZ)

Telefono: 0961/991887-991470

2 Concorso Fotografico Nazionale Città di Tiriolo "Una foto una canzone"

Nel quadro di una serie di iniziative socio-culturaki organizzate dall'associazione Videofotogratica "l'Obiettivo", si è concluso a Tiriolo (CZ), con la cerimonia di premiazione, la seconda edizione del Concorso Fotografico Nazionale Città di Tiriolo dal titolo "Una foto una canzone".

Ampiamente positivo il bilancio della manifestazione, con circa 100 opere pervenute da diverse regioni d'Italia.

La mostra allestita con l'esposizione di tutte le foto in concorso, nella suggestiva cornice della Piazzetta Cigala in Tiriolo, ha avuto un notevole afflusso di visitatori, con grande soddisfazione da parte degli organizzatori.

Per il tema obbligato la palma vincente è stata assegnata ad Aloi Antonio proveniente da Catanzaro, seguito da Boso Emanuele di Padova e da Critelli Antonio di Tiriolo (CZ); per il tema libero, al primo posto Tagliaferri Rodolfo da Livorno seguito da Mancuso Luigi di Reggio Calabria e da Cocecio Vincenzo di Tiriolo (CZ).

Associazioni

 

 

 

De Martino

Associazioni

Polisportiva

Associazioni