Gli studi di supporto all’istituzione di Aree Marine Protette


L’istituzione di un’Area Marina Protetta (A.M.P.) necessita di un’approfondita conoscenza delle caratteristiche ecologiche e degli aspetti socioeconomici. Solo attraverso la comprensione di questi fattori è possibile conciliare gli interessi della conservazione con quelli della gestione e dello sviluppo delle economie locali, adattando le strategie di sviluppo e gestione alle caratteristiche dei singoli biotopi. In particolare:

il successo del parco marino dipende dal livello di coinvolgimento locale. Questo si deve manifestare sia nella fase istitutiva che in quella gestionale e dipende, a sua volta, dall’opera di sensibilizzazione a livello locale, aspetto che deve essere seguito con cura particolare fin dall’inizio delle attività;

lo studio di fattibilità richiede tempi brevi di realizzazione, per poter far fronte alle necessità imposte dalla conservazione di un fragile patrimonio naturale. Pertanto, nella scelta dei dati da raccogliere, le attività di ricerca vanno focalizzate su aspetti indispensabili alla formulazione del Piano di Gestione. Studi più esaustivi devono essere l’oggetto di specifici programmi a lungo termine, facenti parte del Piano di Gestione stesso.

Questi studi possono essere suddivisi in due fasi, qui analizzate nel dettaglio nel tentativo di fornirne delle linee guida, e cioè:

 

fase conoscitiva                       

fase progettuale     

 


        

Gira.gif (14174 byte)VoltaPag.gif (355 byte)