Albania "La Terra delle Aquile"

Cenni storici sull'Albania
di Carlo Olivieri

Le origini illiriche.

Le origini illiriche dell'Albania sono ormai comprovate da varie ricerche etnologiche.
Il nome
Illiria deriva da Illyrios figlio di Cadmio e Armonia personaggi della mitologia greca.
Gli
Illiri, popolo feroce e barbaro esercitavano la pirateria e nel III secolo a.c. si insediarono tra la Grecia e la Dalmazia costituendo un avamposto che pu˛ essere considerato la prima forma di stato degli antenati degli albanesi.
Il re
Agroni riuný molte trib¨ illiriche che presero il nome di Ardianet
E la loro capitale fu
Shkodra l'attuale Scutari.
Gli succedette la moglie
Teuta, donna astuta e determinata a continuare le gesta del marito.
Con la sua flotta corsara depred˛ molte colonie greche provocando la reazione dei romani che tentarono di dissuaderla a continuare le sue azioni piratesche ma ottennero solo l'uccisione di un loro diplomatico.
Ne conseguirono una serie di guerre che portarono alla riduzione degli
Ardianet ad una provincia romana.
Successivamente
Diocleziano divise l'Illiria in due province: la Dalmazia e la Praevalitana con capitale Shkodra. Quando a sua volta l'impero romano fu diviso in due parti la provincia Praevalitana fu assegnata all'impero d'oriente sotto Bisanzio.
La dominazione dei romani port˛ un notevole sviluppo, tuttavia gli abitanti dei territori meno accessibili conservarono le loro antiche usanze.

Dal 400 al 900.

Tra il 400 e il 900 le province furono invase dalle orde barbare dei Visigoti degli Unni degli Ostrogoti e degli Slavi che distrussero quasi completamente la civiltÓ illirica.
Sopravvissero gli abitanti delle zone pi¨ isolate che si identificavano con il nome di
Albanoi che per˛ furono infine dominati nel  917 dai bulgari e dal loro re Simeone.

Dal 1000 al 1400.

Nel XI secolo L'Albania torn˛ bizantina e fu invasa dal normanno Roberto il Guiscardo che fu ricacciato in breve tempo.
A causa di queste continue invasioni gli albanesi si organizzarono in un feudalesimo di cui il primo esempio fu il
Principato di Arberia a Kruja che per˛ venne ben presto assorbito dalla signoria del despota dell'Epiro, Michele I.                                                       
Nel XIII secolo alcuni possedimenti albanesi passarono per il matrimonio di
Elena, figlia del principe dell'Epiro a Manfredi, re di Sicilia che la prese in moglie.
Nel
1266 questi possedimenti passarono nelle mani di Carlo d'Angi˛, uccisore di Manfredi, che nel 1272 assunse il titolo di  re d'Albania

Sopra e sotto
immagini di
G. Castriota
Skanderbeg