Albania "La Terra delle Aquile"

Ernest Koliqi
Un padre della letteratura albanese

Biblio - Biografia
1947 - 1961


1947    C
omincia a scrivere nel giornale "L'Albania Libera". Dai suoi molteplici scritti in questo giornale, ricordiamo Kānga e Kapidan Markut (Il canto del Capitano Marko), canto epico ove narra ed esalta le gesta e il coraggio di questo Eroe caduto nel 1946 combattendo, per la libertą della Patria e la salvezza dei nobili usi e costumi albanesi.

1948     Nasce a Rapallo (Ge) la sua secondogenita Elisabetta.

1953     Inizia a pubblicare gli scritti per la storia della letteratura Dy shkollat shkodrane  - Shkollat e jezuitve dhe e shkollat e franēeskajve (Due scuole scutarine - Scuola dei gesuiti e scuola dei francescani).

1957    Con decreto del Presidente della Repubblica d'Italia, in data 2 Settembre 1957, la cattedra di Lingua e letteratura albanese dell'Universitą di Roma, per merito di E. Koliqi, diventa "Instituti i Studimeve Shqiptare (Istituto di Studi Albanesi).
Pubblica a Firenze il volume di poesie
Poesia popolare Albanese con testo a fronte e traduzione in italiano.
Fonda la rivista
Shźjzat (Le Pleiadi), momento e monumento insostituibile della letteratura albanese. In ogni numero della rivista si trova un suo scritto. Basta sfogliare la collezione di 18 anni della rivista per riconoscere la figura di Koliqi e le sue idee.

1959   Pubblica il volume Kangjelet e Rilindjes (I canti della Rinascita) con a fronte la traduzione in italiano, dove incita gli arbėreshė ( popolazioni italiane di origine albanese) a conservare la lingua, gli usi e costumi della Madre Patria, ed ad avere fiducia nell'immortalitą della stirpe.

1960   Vede la luce il romanzo Shija e bukės  sė mbrūme (Il sapore del pane casereccio) con lo pseudonimo Hilush Vilza, ove si percepisce l'amore dell'esiliato per la sua terra, e l'infinito desiderio di rivedere la Patria finalmente liberata perché una belva inumana e miserabile l'ha costretta sotto il suo dominio.
Pubblica nella rivista
Quaderni Dannunziani fascicoli XVIII - XIX lo studio Gabriele d'Annunzio e gli albanesi.

1961   Traduce in italiano e pubblica in Shźjzat il poemetto di Ali Asllani " Darsma shiqptare" (Nozze albanesi) arricchendolo di note esplicative. Pubblica inoltre, il volume Rapsodi e rapsodie delle Alpi albanesi, ove si esalta il coraggio e la virilitą del popolo albanese.   

Ernest Koliqi
Un padre della letteratura albanese