TERZIGNO-PAGANESE 1-1

I TIFOSI OSPITI HANNO FORZATO I VARCHI D’INGRESSO
Terzigno, esordio con un pari
Paganese in vantaggio dopo 2’ ma il punto non serve. Tre espulsi

Finisce con un pareggio il derby di Coppa Italia tra Terzigno e Paganese, impegnate nel girone a tre con il Pomigliano. I salernitani salutano subito la manifestazione tricolore, mentre al Terzigno resta l'incombenza di fare risultato pieno contro i cugini vesuviani. La prima uscita stagionale in salita per la formazione di Filippo Raiola. Al primo affondo, dopo appena 30 secondi di gara, la Paganese di Villa si procurano un calcio di rigore con Ludovico Tartaglia, atterrato da Falcini. Dal dischetto realizza lo stesso trequartista. Il Terzigno per non si d per vinto e prova a reagire. Ma le iniziative d'attacco di Niola e Mercurio sono sempre ben rintuzzate dall'attenta difesa paganese. Al 24', per, ci pensa Danese a riequilibrare il risultato infilando Mennella con un micidiale siluro scagliato dai trenta metri. Riprendono coraggio i vesuviani e sfiorano il vantaggio al 35'. Mercurio raccoglie in area una palla vagante e conclude a botta sicura ma fallisce di poco il bersaglio. In chiusura di tempo Turchetti si infila in area e cerca l'angolino basso trovando la precisa risposta di Radunanza. Nella ripresa, partono meglio i padroni di casa, che al 3' si vedono annullare, per un fuorigioco apparso a molti inesistente, un colpo di testa vincente di Esposito. Al 18' invece una girata di Niola si spegne al di l della trasversa. Al 21', i paganesi rimangono in dieci per la doppia ammonizione di Marrazzo, ma l'equilibrio della gara non si rompe. Raiola e Villa tentano di sistemare le rispettive squadre con i cambi, ma anche queste mosse finiscono per annullarsi a vicenda. Nel finale, poi, la doppia espulsione dei giovani Labaro e Barbaro chiude la gara. A Raiola rimane per la consapevolezza di avere una formazione su cui lavorare ancora ma che in grado di centrare l'obiettivo minimo della salvezza. Villa, invece, invece gli arrivi degli attaccanti Moschino e Scarpa per puntare ad un campionato d'avanguardia.


TERZIGNO: Radunanza, De Rosa, Manzi R., Labaro, Falcini, Esposito P., Mercurio, Danese, Niola (26' st D'Antonio), Marzano, De Simone (37' st Rima. A disp.: Gallo, Barone, Cerbone, Attianese, Venditto. All.: Raiola.

PAGANESE: Mennella, Califano, Esposito L., Del Nunzio, Capecchi, Barbaro, Frenna, Marrazzo, Inserra, Tartaglia (17' st Moxedano), Turchetti (35' st Santaniello). A disp.: Pensovecchio, Manzi F., Pochet, Baruffa, Somma. All.: Villa.

ARBITRO: Piscino di Castellamare di Stabia
RETI: 2' Tartaglia su rigore, 24' Danese
NOTE: Terreno viscido. Spettatori 400 circa con discreta rappresentanza ospite. Una trentina di tifosi salernitani entrata allo stadio forzando il varco d'accesso presieduto dai carabinieri. Espulsi al 21' st Marrazzo per doppia ammonizione e al 43' st Barbaro e Labaro per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Marrazzo, Esposito L. e De Simone. Angoli 5-4 per il Terzigno.