Il FIENO è l'alimento principale del cavallo, ed è per questo che è necessario che sia di ottima qualità. Qualche piccolo segreto l'ho imparato seguendo i suggerimenti di mio padre..... Che oltre ad occuparsi dei cavalli aveva anche una decina di caprette, e vi assicuro che anche loro sono buone intenditrici...
Hai la possibilità di procurare personalmente il fieno al tuo cavallo e vorresti avere qualche suggerimento in più?
Ecco alcuni accorgiomenti che potrebbero essere utili: se è possibile evita di falciare il fieno a maggio poiché le frequenti pioggie e la temperatura non molto elevata allungano il periodo di tempo necessario all' erba per seccare, senza considerare il fatto che la pioggia può dilavare il fieno da quelle che sono le sue sostanze nutritive.
Io ho provato a maggio e posso dire che il secondo taglio è sempre risultato migliore. Occhio ai tempi. Fai attenzione a non rimanere senza fieno.
Tieni conto che il fieno tagliato ed essicato non puoi darlo subito al tuo cavallo. Devono trascorrere almeno sei settimane affinchè termini il processo di fermantazione.
Spesso schiacciare il fieno al momento della falcitura è consigliabile poiché il fieno in questo modo secca più rapidamente e meno sottoposto ai rischi di intemperie e quindi più digeribile.
Tagliare l'erba quando la fioritura non è ancora stata portata a termine garantisce un fieno molto più digeribile perché povero di fibre e più ricco di proteine.
Attenzione, anche il fieno più ricco di vitamine preziose può non essere il cibo non ideale per il tuo cavallo se non viene conservato nelle migliori condizioni.
Fondamentale è soprattutto non conservarlo troppo al lungo poiché il fieno andrebbe a perdere gran parte delle sue preziosissime vitamine. Sono tante le cose da tenere presente quando si ha la responsabilità di occuparsi anche della sua alimentazione.
Una cosa sicuramente si impara quando si sta a stretto contatto con il proprio cavallo è che non bisogna mai trascurare nulla. Una leggerezza Potrebbe anche compromettere la vita del vostro "amico".
Non vi è mai capitato di trovare nel mezzo di una balla di fieno una parte ammuffita? Ebbene un fieno ammuffito somministrato al vostro cavallo, può provocare problemi respiratori gravi fino alla morte.
L' alimentazione del nostro amico non può essere costituita di solo fieno, soprattutto le esigenze sono diverse nei vari periodi dell'anno. D'estate l'erba e i cereali apportano una buona quantità di vitamine. I cavalli che hanno la possibilià di vivere in campagna sicuramente potranno godere in estate del pascolo e quindi l'erba diventa la fondamentale fonte di alimentazione, ma il problema si pone quando arriva l'inverno.
In questo periodo non è facile trovare erba verde e anche il fieno è difficile che abbia ancora integre le sue sostanze nutritive.
Quindi bisogna a questo punto integrare l'alimentazione del nostro amico.
Sono tanti gli alimenti che si possono alternare per garantire sempre una quantità apprezzabile cui vitamine, per esempio l'olio di mais e l'olio di fegato di merluzzo.
E' noto che siano buoni integratori alimentari. Anche le fiamose carote sono molto salutari se inseriti nella dieta del cavallo e costituiscono una buona fonte di vitamine.
La cosa fondamentale è mantenere sempre un' alimentazione equilibrata per prevenire eventuali problemi sia di carenza sia di eccesso di sostanze nutritive.

(Testo a cura di Monica)