Sei in Gallerie > I  DIPINTI > Provenienti da Scuole di CaritÓ > 45

45. SOGNO DI ORSOLA 
Vittore Carpaccio (Venezia 1465 ca.-1526)
1495 - Tempera su tela cm 274x267
Inizio opere di Vittore Carpaccio

Il telero descrive, nei minimi particolari, una stanza da letto con l'arredamento essenziale dell'epoca del pittore, ed Ŕ l'unico dipinto dove il racconto si svolge in un interno.
In primo piano, sulla sinistra, si vede il letto a baldacchino, con decori rossi, di Orsola la quale giace in un sonno profondo. La testa, appoggiata su un bianco cuscino, Ŕ trattenuta da una mano. Di fronte si apre una porta da dove penetra la luce che illumina la stanza facendo notare il bianco cagnolino, e la corona regale ai piedi del letto. Sulla soglia fa il suo ingresso un angelo biondo, vestito d'azzurro, che trattiene la palma del martirio. La sua figura traccia una sottile striscia d'ombra sul pavimento. Sulla stessa parete si apre una finestra a bifora, probabilmente simile a quella della parete di fondo. In quest'ultima si appoggiano, sul davanzale, due vasi, uno con una pianta di mirto l'altro con dei garofani. Sullo sfondo, il cielo chiaro indica l'alba di un nuovo giorno. Al fianco, un armadio con le ante aperte e sotto un mobiletto con due scaffali pieni di libri e fogliettini. Vicino la scrivania coperta da un tessuto rosso come la coperta del letto.
Sulla sinistra, una porta lascia intravedere un'altra stanza, mentre, nella parete a fianco oltre al letto, si appoggia una sedia ed Ŕ appesa un'icona con sotto un secchiello ed aspersorio per l'acqua benedetta. Il dipinto rappresenta il sogno premonitore della principessa Orsola.

  ANALISI FORMALE COLLOCAZIONE  SALE PROVENIENZA