Sei in Gallerie > I DIPINTI > DALLA CITTA' AL MUSEO

DALLA CITTA' AL MUSEO

Provenienza delle opere

01. Apoteosi di Sant'Orsola e le sue compagne (Vittore Carpaccio)

Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


02. Apparizione della Sacra Famiglia a San Gaetano (Giambattista Tiepolo)
GiÓ nella cappellina di Palazzo Labia a Venezia. Acquistato nel giugno 1887 dalla pia fondazione K÷nigsberg di Vienna allora proprietaria del Palazzo.



03. Arrivo degli ambasciatori (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.

04. Arrivo dei pellegrini a Colonia (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


05. Capriccio con edificio gotico e obelisco (Michele Marieschi)
Acquistato nel 1903 dalla contessa Elena Prine di Breganze.


06. Commiato degli ambasciatori (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


07. David (Domenico Fetti)
Dono di Giacomo Contarini (1838).


08. Il bacino di San Marco con San Giorgio e la Giudecca (Francesco Guardi)
Dono del Principe reggente Giovanni di Liechtenstein (1903)


09. Il concerto (Pietro Falca detto Longhi)
Acquisizione nel 1838 per dono di Girolamo Contarini


10. Il farmacista (Pietro Falca detto Longhi)
Acquisizione nel 1838 per dono di Girolamo Contarini


11. Il ferito (Gaspare Traversi)
Appartenente al duca Melito di Napoli, pass˛ prima alla Collezione Brass, ed in seguito all'Ufficio Esportazione di Venezia da cui fu acquistato nel 1956.


12. Il martirio dei pellegrini e i funerali di Orsola (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


13. Il mattino della signora veneziana (Pietro Falca detto Longhi)
Acquisizione nel 1838 per dono di Girolamo Contarini.


14. Il Rio dei Mendicanti e la Scuola di S. Marco (Bernardo Bellotto) 
Acquistato dalla Galleria Manfrin nel 1856.


15. Incontro dei pellegrini con Papa Ciriaco sotto le mura di Roma (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


16. Incontro di Orsola ed Ereo e partenza dei pellegrini (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


17. Incoronazione della Vergine e angeli (Catarino di Marco da Venezia)
Acquistata dal conte Vincenzo Gani nel 1877.


18. La Madonna che adora il Bambino dormiente (Giovanni Bellini detto il Giambellino)
Dal Magistrato della Milizia del Mare in Palazzo Ducale, fu scelta per le Gallerie nel 1812.


19. La Madonna col Bambino benedicente (Antonio Vivarini)
Acquisito nel 1959 dalla Parrocchiale di S. Giorgio delle Pertiche.


20. La Madonna degli Alberetti (Giovanni Bellini)
Lascito di Girolamo Contarini nel 1838.


21. La Madonna dello zodiaco (CosmŔ Tura)
Acquistato dallo Stato nel 1896 a Venezia dai signori Coen-Rocca Luzzato su proposta del Cantalamessa.
Prima era posseduto dal contadino Filippo Bertoldi di Merlara (Montagnana). Il dipinto Ŕ probabilmente nato per destinazione privata e domestica.


22. La miracolosa guarigione della figlia di Benvegnudo da S. Polo (Giovanni Mansueti) 
Acquisizione dalla Scuola di San Giovanni Evangelista, nel 1820. Pass˛ alle Gallerie con il ciclo della Santa Croce.


23. La presentazione della Vergine al tempio (Tiziano Vecellio)
Eseguito per la sala dell'Albergo giÓ Scuola di S. Maria della CaritÓ.


24. La tempesta (Giorgio da Castelfranco detto Giorgione)
Gabriele Vendramin, alla fine del XVIII secolo, lasci˛ il dipinto in ereditÓ alla famiglia Manfrin. Nel 1877 fu acquistato dal principe Giovanelli; nel 1932 lo Stato lo acquist˛ dai Giovanelli.


25. La vecchia (Giorgio da Castelfranco, detto Giorgione)
Acquistato dal 1856 dalla Galleria Manfrin.


26. L'indovina (Gianbattista Battista Piazzetta)
Acquistato nel 1887 dal negoziante Ehrenfreund.


27. Madonna della Misericordia tra i santi Giovanni Battista ed Evangelista, particolare di S. Giovanni Battista (Jacobello del Fiore) 
Legato Molin (1816)


28. Madonna in trono col bambino e due committenti (Paolo Veneziano)
Acquistato dall'antiquario Salvadori di Venezia nel 1913. Esposta per alcuni anni alla Ca' d'Oro, nel 1940 torn˛ alle Gallerie.


29. Madonna in trono con gli angeli musicanti e il Committente Vulciano Berganzone di Zara, sugli aggetti del trono Angelo annunciante e Annunciata (Niccol˛ di Pietro)
Acquisizione per acquisto dalla raccolta Manfrin (1856).


30. Madonna in trono con il Bambino tra i Santi Ludovico da Tolosa, Antonio da Padova, Anna, Gioacchino, Francesco e Bernardino da Siena (Alvise Vivarini)
Acquisizione dalla Chiesa di San Francesco di Treviso, quando fu soppressa. Fu scelta nel 1812 per le Gallerie.


31. Miracolo della croce caduta nel canale di S. Lorenzo (Gentile Bellini)
Acquisito dalla scuola di S. Giovanni Evangelista; nel 1806 la scuola fu soppressa e nel 1820 i dipinti passarono all'Accademia.


32. Paesaggio con cavalli che si abbeverano (Marco Ricci)
Appartenente alla Galleria Corniani Algarotti di Treviso, pass˛ all'erede contessa Perazzolo. Fu acquistato dal conte Zanetti a Venezia nel 1878.


33. Polittico - Particolare del comparto centrale dell'Annunciazione (Lorenzo Veneziano)
Proviene dall'altare maggiore della Chiesa di sant'Antonio Abate di Castello a Venezia. Fu pagato 300 ducati d'oro da Domenico Lion. Nel 1733 fu ritirato nella sacrestia della chiesa. Quando la chiesa fu demolita per la costruzione dei Giardini Napoleonici di Sant'Elena, fu trasportato smontato all'Arsenale da dove fu ritirato nel 1812 per essere esposto nelle Gallerie.


34. Processione in Piazza S. Marco (Gentile Bellini)
Acquisito dalla scuola di S. Giovanni Evangelista; nel 1806 la scuola fu soppressa e nel 1820 i dipinti passarono all'Accademia.


35. Prospettiva con portico (Giovanni Antonio Canal detto Canaletto)
Dono Antonio Canal. Proveniente dalla vecchia Accademia, era una prova per l'elezione ad accademico.


36. Ritorno degli ambasciatori (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


37. Ritratto di bambina con ciambella (Rosalba Carriera)
Lascito di Vincenzo Astori del 1876.


38. Ritratto di giovane uomo (Hans Memling)
Nel 1956 fu acquistato dalla raccolta Manfrin per la galleria di Vienna e poi destinato a quella di Venezia.


39. Sacra Conversazione (Jacopo Negretti detto Palma il Vecchio) 
GiÓ della famiglia Pizzamano e prima di casa Windmann, fu acquistato insieme al "San Gerolamo in meditazione" del Bassano da Alessandro Bedendo di Mestre nel 1900.


40. San Gerolamo in meditazione (Jacopo da Ponte detto Bassano)
GiÓ proprietÓ Windmann, Ŕ stato acquistato nel 1900 presso Alessandro Bedendo di Mestre.


41. San Giorgio (Andrea Mantegna)
Acquisizione dalla collezione Manfrin; trasferito poi dalla vecchia Accademia a quella attuale. 


42. San Giovanni Battista (Tiziano Vecellio)
Acquisizione dalla Chiesa di S. Maria Maggiore. Divenuto demaniale con i decreti napoleonici nel 1807, fu rimosso dalla chiesa e destinato all'Accademia.


43. San Marco libera uno schiavo (Jacopo Robusti detto il Tintoretto)
In origine nella scuola Grande di S. Marco; portato a Parigi nel 1797; acquistato poi dalle Gallerie dell'Accademia.


44. San Marco salva un saraceno durante un naufragio (Jacopo Robusti detto il Tintoretto)
In origine nella scuola Grande di S. Marco.


45. Sogno di Orsola (Vittore Carpaccio)
Proveniente dalla Scuola di Sant'Orsola. Acquisito con le soppressioni del 1812.


46. Sposalizio di S. Caterina (Paolo Caliari detto il Veronese)
GiÓ sull'altare della sagrestia nella Chiesa di San Zacaria. Nel 1797 fu trasportato a Parigi con altre opere. Restituito nel 1815, fu concesso all'Accademia scambiandolo con altri tre dipinti demaniali consegnati alla Chiesa di San Zacaria nel 1818.


47. Trafugamento del corpo di San Marco (Jacopo Robusti detto il Tintoretto)
In origine nella scuola Grande di S. Marco.