Clicca qui per visualizzare o nascondere l'indice del sito
Il Comune
Home
Notizie sul territorio
Assessorati e Servizi
Pronto Intervento
Servizi sanitari, sociali e medici
Scuole
Impianti sportivi
Mercati e fiere
Servizio Autobus
Associazioni
Arte e Monumenti
Servizi commerciali
Informazioni
Leggi e Decreti
Notizie ed eventi
Siti utili
Cerca su Internet
Arte e Monumenti
Foto gentilmente offerte da:
B&B di Romagnano Sesia
Studio 79 s.n.c.
 
 
 

Chiesa abbaziale di San Silvano

Chiesa abbaziale di San Silvano

Terza ricostruzione dell'Abbazia benedettina di San Silvano, fondata nell'anno 1008: la torre campanaria è il resto della fortificazione già residenza dei Marchesi di Romagnano. All'interno dell'Abbazia varie opere d'arte tra cui dipinti del Bernardino Lanino e del Macrino d'Alba.
 
 
Affresco dell'Abbazia
Chiesa abbaziale di San Silvano
Affresco dell'Abbazia

 

Chiesa della Madonna del Popolo

Chiesa della Madonna del Popolo

Edificata dai romagnanesi nel 1619 su preesistente oratorio Quattrocentesco. All'interno opere del Tarquinio Grassi e del Bartolomeo Tettoni, artisti romagnanesi; nell'abside ancòna lignea in stile barocco.
 
 


Chiesa di San Martino di Breclema

Chiesa di San Martino di Breclema

E' tra le più antiche chiese della zona, in stile romanico, edificata nel sec. XI. Anticamente faceva parte del "castrum" denominato Breclema, appartenente ai Conti di Biandrate, reso al suolo nel sec. XIII. Dalla distruzione si salvò, oltre alla chiesa, la fortificazione del "Castellazzo" che trovasi poco distante.
 
 


Chiesa di Sant'Anna al Chioso

Edificata nel 1585 su progetto di Fra Cleto Castelletto all'atto della fondazione di un monastero di Cappuccini. Nel 1833 passa di patronato dei Conti Tornielli Rho di Lozzolo; quindi nel 1923 viene aggregata al Beneficio Parrocchiale.
 
 


Oratorio di San Bernardo

Edificato nella pietà popolare nel sec. XV, l'oratorio era affrescato con dipinti di Filippino Ragni, pittore romagnanese. Poco distante sono le rovine dell'oratorio di San Grato.
 
 


Ruderi di San Pietro

Nell'omonima località sono ancora visibili vestigia dell'antica chiesa di San Pietro con resti del campanile, complesso romanico edificato nel sec. XI.
 
 

Ponte medioevale (resti)

Il ponte medioevale

Costruito in epoca Medioevale, venne distrutto nell'anno 1223 a seguito del patto di Casalino, firmato nel 1194 dai Novaresi e dai Vercellesi. Rimangono tre arcate dell'antica costruzione che varcava il fiume Sesia.
 
 


Cantina dei Santi

Insigne complesso monumentale ubicato nell'antico quartiere della "Badia". Unica testimonianza dell'Abbazia benedettina di San Silvano, conserva un interessante ciclo di affreschi del sec. XV; l'impianto murario è del sec. XI.
 
 


Torre del Pretorio

Torre del Pretorio

Residuo della "Casa Forte" dei Marchesi Romagnano, edificata nel 1466 sul preesistente castello. Sotto le sue mura Bartolomeo Colleoni combattè una battaglia immortalata nel dipinto del Romanino nel castello di Malpaga.
 
 

Porta Ossola

Nella contrada del Borghetto l'elegante manufatto in pietre del fiume Sesia costituiva, nei secoli passati, la "porta" sull'antica strada per l'Ossola. Il Borghetto è così denominato perché, sul finire del Medioevo, è stata la prima urbanizzazione fuori dalle mura del Borgo.
 
 

Monofore in cotto

In un largo di Corso Marconi, due monofore ogivali in cotto testimoniano che l'antico edificio, in epoca tardo medioevale, era adibito a ricovero per i Valsesiani e forestieri che confluivano ai mercati di Romagnano.
 
 


Palazzo del Comune

Già residenza dei Conti Serbelloni, nel 1880 fu stabilita la sede Municipale. Notevole il loggiato Secentesco che si affaccia sul Parco 4 Novembre, mentre nel corpo di edificio con facciata neoclassica che si prospetta su Piazza Libertà, si trova la storica "sala delle Adunanze" e la Cappella gentilizia.
 
 


Piazza Libertà

Piazza LibertÓ

E' il cuore della vita cittadina. Caratteristica per la sua configurazione triangolare e per la corona dei portici, ha sempre svolto nella storia quella funzione vitale nel tipico esempio della concezione medievale.
La formazione della piazza risale probabilmente al sec. XV ed è stata teatro di tutti i principali avvenimenti storici di Romagnano. Si affacciano su di essa caratteristici edifici, un tempo residenze di insigni famiglie del luogo.
 
 

Piazza Cavour

Detta anche "Piazza Nuova" venne ricavata con il riempimento del fossato che proteggeva il Borgo fortificato medievale. Al centro della piazza la colonna-obelisco fatta erigere dalla Comunità nel 1732 a ricordo delle Rappresentazioni del "Venerdì santo".
 
 

Ponte napoleonico

Edificato nel primo Ottocento per collegare la "Piazza del mercato" (oggi Piazza Libertà) al traghetto sul fiume Sesia: da questa funzione, la strada con il ponte era detta "strada per il porto".
 
 


Palazzo Serbelloni

Affacciato sul lato nord della centralissima Piazza Liberta', l'antico palazzo era la residenza dei Conti Serbelloni che nel 1588 succedettero quali feudatari ai Marchesi Romagnano.
 
 

Casa Tettoni

E' uno tra i più antichi edifici di Romagnano essendo stata la residenza del casato Tettoni che vantò nei secoli illustri personaggi.
 
 


Villa Caccia

Villa Caccia

Adagiata sul poggio Monte Cucco, il complesso monumentale in stile neoclassico venne edificato negli anni 1842-1848 dall'architetto Alessandro Antonelli quale residenza dei Conti Caccia di Romentino. Fa da contorno un esteso parco, mentre l'accesso (Largo Antonelli) è pure dell'insigne architetto che lo progettò quale grazioso invito alla magnificenza della Villa.
 
 


Villa Eugenia

Immersa in un parco, Villa Eugenia fu edificata nel 1882 su progetto dell'architetto Giuseppe Locarni, committente Carlo Dionisotti (1824-1899) magistrato e storico. Nel portico-atrio sono quattro busti marmorei di insigni amici del Dionisotti; sulla facciata due medaglioni in marmo con effigi di Dante e Fra Dolcino (opere dello scultore G. Dini).
 
 


Palazzo Collegio Curioni

Palazzo Collegio Curioni

L'edificio è opera dell'architetto Giuseppe Locarni e venne edificato intorno al 1880 per la liberalità del notaio Giuseppe Curioni che intese offrire ai giovani di Romagnano e della zona un collegio convitto con scuole annesse. Attualmente è sede della Biblioteca Civica, dell'Archivio Storico e del Liceo Artistico Statale. Antistante il Collegio Curioni è la Piazza 16 Marzo.
 
 


Museo storico etnografico

Ha sede in via Torre; fondato nel 1973 raccoglie circa 4.000 oggetti, esposti in quattordici locali, testimonianza della civiltà rurale, artigianale ed industriale in tutte le sue espressioni e forme.