Castiglione di Sicilia nel 1905


 

 

     Il territorio fu abitato fin dall’etā preistorica, come documentato dal rinvenimento di reperti archeologici risalenti all’ultima Etā del Rame inizio del Bronzo Antico (Contrada Marca).

     Ippocrate, Tiranno di Gela, nel 496 a.C. occupa le cittā di Nasso, Zankle e Leontinoi per avere il passaggio completo sullo stretto. In questa fase la cittadina ricevette i primi insediamenti dagli esuli della cittā di Nasso. Nel 403 a.C. si dā la sua fondazione per certa, cioč dopo la distruzione di Nasso ad opera di Dionigi il Vecchio, tiranno di Siracusa

     Divenne fortezza sotto la dominazione araba e quindi, cittā regia al tempo dei Normanni e degli Svevi. Nel 1283  fu data in feudo a Ruggero di Lauria. Successivamente passō a vari signori, fino a pervenire nel 1394 a Bartolomeo Gioeni, al cui Casato rimase fino all’ultimo erede 1670 circa.

 

 


Contrada Marca: Necropoli Preistorica dell’ultima Etā del Rame inizio del Bronzo Antico;

Monte Balsamā: Tombe con anticamera a cella Etā del Ferro;

Contrada Orgale: (Grottitte) Tombe Preistoriche della stessa tipologia di Monte Balsamā

Localitā Acquafredda: mura di cittā Greca presumibilmente quelle della vecchia Tissa;

Contrada Giardinelli: Tempio Bizantino VII-IX secolo denominato “CUBA” o Chiesa di Santa Domenica.